Il ritratto di Dorian Gray, la supremazia dell’ arte.

ritratto di dorian

“Gioventù! Gioventù! Non c’è nulla al mondo che valga la giovinezza.”.

[Il ritratto di Dorian Gray- Oscar Wilde] Continua a leggere

Annunci

Senilità, tra cecità e coscienza.

senilità

“Subito, con le prime parole che le rivolse, volle avvisarla dche non intendeva compromettersi in una relazione troppo seria. Parlò cioè a un dipresso così: – T’ amo molto e per il tuo bene desidero ci si metta d’ accordo di andare molto cauti.-. La parola era stata prudente […] e un pò più franca avrebbe dovuto suonare cos’:- Mi piaci, ma nella mia vita nn potrai essere giammai più importante di un giocattolo. Ho altri doveri io, la mia carriera la mia famiglia.-.”

                                                   [Senilità- Italo Svevo] Continua a leggere

Siddharta, il cammino dell’ ascesi.

siddharta

“Tutti amavano Siddharta. A tutti egli dava gioia, tutti ne traevano piacere.
Ma egli, Siddharta, a se stesso non procurava piacere, non era di gioia se stesso. […] Aveva incominciato ad alimentare in sè la scontentezza. […] L’ amore di suo padre e di sua madre, e anche l’ amore dell’ amico suo, Govinda, non  avrebbero fatto per sempre la sua eterna felicità, non gli avrebbero dato la quiete, non l’ avrebbero saziato, non gli sarebbero bastati.”.

                                                 [Siddharta- Hermann Hesse] Continua a leggere

Il diavolo sulle colline, il primitivo.

La casa in collina

 

“Eravamo molto giovani. Credo che in quell’ anno non dormissi mai. Ma avevo un amico che dormiva meno ancora di me, e certe mattine lo si vedeva già passeggiare davanti alla Stazione nell’ ora che arrivano e partono i primi treni.”

                                                    [Il diavolo sulle colline- Cesare Pavese]

Continua a leggere

Antologia di Spoon River, epigrammi del sogno americano.

spoonriverpicture

Forse credi, viandante, che il Fato
sia una trappola al di fuori di te,
che puoi evitare grazie all’uso di cautela
e saggezza.
Così tu credi, osservando le vite di altri uomini,
come uno che, vestito da Dio, si chini su un formicaio
vedendo nei loro problemi la possibile soluzione.
Ma addentrati nella vita:
col tempo vedrai il Fato avvicinarsi
nella forma della tua immagine nello specchio;
oppure mentre siedi solo al focolare,
e all’improvviso la sedia accanto a te avrà un ospite,
e tu riconoscerai quell’ospite,
e gli leggerai il vero messaggio negli occhi.
(Lyman King)

                                   [Antologia di Spoon River-Edgar Lee Masters] Continua a leggere

Il Fu Mattia Pascal, un nome per esistere.

Fu mattia pascal

“Una delle poche cose, anzi forse la sola, ch’io sapessi di certo era questa: che io mi chiamavo Mattia Pascal.E me ne approfittavo. Ogni qual volta qualcuno de’ miei amici o conoscenti dimostrava di aver perduto il senno sino al punto di venire da me per qualche consglio o suggerimento, mi stringevo nelle spalle, socchiudevo gli occhi e gli rispondevo:

-Io mi chiamo Mattia Pascal

-Grazie, caro. Questo lo so.

-E ti par poco?”

                                                              [Il fu Mattia Pascal- Luigi Pirandello]

Continua a leggere

La coscienza di Zeno, pazzia e realtà.

coscienza di zeno

“Io sono il dottore di colui in questa novella si narra talvolta con parole poco lusinghiere. […] Debbo scusarmi di aver indotto il mio paziente a scrivere la sua autobiografia. […] Oggi ancora la mia idea mi pare buona perchè mi ha dato dei risultati inaspettati, che sarebbero stati maggiori se il malato sul più bello non si fosse sottratto alla cura truffandomi del frutto della mia lunga paziente analisi di queste memorie. Le pubblico per vendetta e spero gli dispiaccia.[…] Se sapesse quante sorprese potrebbero risultargli dal commento delle tante verità e bugie ch’ egli ha qui accumulate!….

                                                                                                   Dottor S.”

                                                                                                     [La coscienza di Zeno- Italo Svevo]

Continua a leggere