Gli occhiali d’ oro, l’ emarginazione coatta del diverso.

portrait-of-leopold-zborowski-1

 

“Non c’ è nulla più dell’ onesta pretesa di mantenere distinto nella propria vita ciò che è pubblico da ciò che è privato, che ecciti l’ interesse indiscreto delle piccole società per bene.”.

 [Gli occhiali d’ oro-Giorgio Bassani] Continua a leggere

Annunci

Il profumo, l’ estasi dei sensi.

profumo

“Il profumo ha una forza di persuasione più convincente delle parole, dell’ apparenza, del sentimento e della volontà. Non si può rifiutare la forza della persuasione del profumo, essa penetra in noi come l’ aria che respiriamo, penetra nei nostri polmoni, ci riempe, ci domina totalmente, non c’è modo di opporsi.”.

                                                                              [Il profumo- Patrick Suskind‎] 

Continua a leggere

A ritroso, il perfetto decadente.

a ritroso2

“Il suo disprezzo per l’ umanità aumentò; si acorse che il mondo, per la sua maggior parte, è composto di sacripanti e di imbecilli. Non aveva più alcuna speranza di trovare in altri le sue stesse aspirazioni e ripugnanze, di incontrare un’ intelligenza che, al pari della sua, si compiacesse di una studiosa decrepitezza.”.

 

                                                                 [A ritroso- Joris-Karl Huysmans] Continua a leggere

Verrà la morte e avrà i tuoi occhi

verrà

Verrà la morte e avrà i tuoi occhi,
questa morte che ci accompagna
dal mattino alla sera, insonne,
sorda, come un vecchio rimorso
o un vizio assurdo. I tuoi occhi
saranno una vana parola,
un grido taciuto, un silenzio.
Così li vedi ogni mattina
quando su te sola ti pieghi
nello specchio. O cara speranza,
quel giorno sapremo anche noi
che sei la vita e sei il nulla

Per tutti la morte ha uno sguardo.
Verrà la morte e avrà i tuoi occhi.
Sarà come smettere un vizio,
come vedere nello specchio
riemergere un viso morto,
come ascoltare un labbro chiuso.
Scenderemo nel gorgo muti.

[Cesare Pavese]

Continua a leggere