L’ abbazia di Northanger, la delusione e la parodia.

abbazia 4

“La notte fu tempestosa.[…] Attraversando l’ atrio Catherine udì la tempesta con un senso di paura e quando la sentì urlare rabbiosamente intorno all’ angolo del vecchio edificio e sbattere con furia una porta lontana, percepì per la prima volta di essere davvero in un’ abbazia. Si, questi erano i rumori caratteristici: essi le rammentavano le tante verità di situazioni terribili e di orrende scene di cui edifici simili erano stati testimoni, mentre eguali tempeste imperversavano e tanto più sinceramente si allietò delle felici circostanze che avevano accompagnato il suo ingresso tra mura così solenni.”.

                                           [L’ abbazia di Northanger- Jane Austen]

Continua a leggere