13 pensieri su “Heroides, epistole d’ amore servile e coniugale.

  1. Ben tornata dopo un lunghissimo silenzio con un post intrigante e attuale, come hai sottolineato nel rigo finale.
    Le lettere di donne innamorate, che aspettano fedeli il ritorno dello sposo, oppure la consapevolezza che lui non tornerà oppure ancora umiliarsi e farsi schiava di colui che si ama.
    Se sfogliamo le pagine dei giorni nostri possiamo rintracciare molteplici analogie.
    Brava e intelligente nel cogliere queste sfumature.

    • Ti ringrazio, e sono felice che il mio breve saggio ti sia piaciuto.
      Devo dire che non ho mai amato le eroine, la maggior parte almeno, così prostrate, assoggettate dal mondo maschile.
      Mi rispecchio più in Medea, la straniera, la strega, colei che ha cambiato il suo destino, ne due volte.
      Ma dopo aver letto, in maniera più matura, le Heroides, ho deciso di affrontare questo viaggio.
      E’ impressionante come i secoli passino, e gli esseri umani rimangano immutati.

      • Comcordo con te che le eroine antiche erano troppo succubi del uomo. Dal breve scorco del tuo saggio ho tratto le medesime conclusioni: passano i secoli ma la natura umana non si modifica.

  2. Ciao sto dando un’occhiata al tuo blog… ed è fantastico! Sarà che studio questo, però complimenti! 😉
    Un saluto,

    Lucia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...